Sfortunatamente sì, può accadere in alcuni pazienti (fino al 5% dei casi). Evitiamo estrazioni eccessive e agiamo con molta attenzione. La condizione è più comune nei pazienti con scarsa circolazione nell’area ricevente a seconda di fattori anatomici, nei fumatori e nei pazienti con condizioni particolari. Altre cause minori includono pazienti che hanno una reazione al farmaco anestetico o all’adrenalina quando questa viene somministrata al di sopra delle dosi raccomandate. Questo fenomeno non deve essere confuso con il verificarsi di cicatrici, che sono in realtà un fallimento dell’intervento chirurgico, segni irreversibili lasciati dai fori creati per raccogliere le unità follicolari. La perdita di capelli da shock-loss è transitoria e si risolverà entro pochi mesi dall’intervento. Consigliamo di massaggiare delicatamente a intervalli di un’ora e applicare Minoxidil regolarmente, a partire da 14 giorni dopo l’intervento.